L'enneagramma (o "studio dei caratteri") è un antico strumento di indagine psicologica che è stato integrato, grazie soprattutto al lavoro dello psichiatra e psicoterapeuta cileno Claudio Naranjo, nella psicologia moderna.

Si tratta di un modo particolarmente efficace per lavorare su di sé andando a riconoscere i propri tratti caratteriali, i propri punti di forza e i punti di debolezza su cui è possibile lavorare.

Nella sua semplicità e articolazione allo stesso tempo, è uno strumento molto dinamico che permette di andare ad indagare in modo sottile le caratteristiche della personalità di ciascuno di noi.

Simbolo Enneagramma

Partendo da una prima macro-divisione, l'enneagramma suddivide le persone in istintuali, emotive e razionali. Questi tre gruppi, che fanno riferimento rispettivamente ai centri del ventre, del cuore e della mente, mostrano poi al loro interno una ulteriore suddivisione: a ogni centro fanno riferimento tre caratteri, per un totale di nove (da qui il termine "enneagramma", nove segni). L'analisi offerta dallo strumento arriva poi a precisare tre diversi sottotipi per ciascuno di questi nove caratteri o basi.

Partendo naturalmente dall'assunto che ogni persona è diversa da qualsiasi altra, l'enneagramma ci consente di comprendere meglio noi stessi e gli altri e in particolare ci permette di riconoscere quegli automatismi di cui spesso non siamo consapevoli.

Grazie a questo strumento è possibile quindi non solo indagare su stessi, ma conoscere meglio anche gli altri e avere così la possibilità di migliorare le nostre relazioni.



Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google Plus